Orto Botanico Olive 2

Le Cantine Ermes donano l’olio dell’Orto Botanico – Giardino del Mediterraneo

Le Cantine Ermes hanno donato alla Caritas di Gibellina, alla Caritas di Santa Ninfa,
alla Parrocchia Maria Santissima Immacolata di San Cipirello ed ai detenuti della Casa Circondariale di
Castelvetrano circa 300 litri di olio extravergine d’oliva, ricavato dalle olive dell’Orto Botanico – Giardino
Mediterraneo di Gibellina.

L’Orto Botanico – Giardino del Mediterraneo è in gestione da quasi 3 anni a Cantine Ermes e nei suoi circa 4 ettari
compone un esempio di biodiversità non indifferente, contenendo anche una delle piante simbolo del
Mediterraneo: l’ulivo.

Vi si trovano, infatti, circa 100 ulivi in produzione, ragion per cui l’azienda ha disposto la
raccolta delle olive per tempo ed ha conservato in un apposito silos l’olio per consegnarlo ad alcune realtà che
fanno della solidarietà la propria missione.

La donazione, effettuata adesso per permettere l’assegnazione prima di Natale, rappresenta un po’ più della metà
della produzione totale; l’altra metà, quindi poco più di altri 200 litri, verrà imbottigliata e consegnata nel 2021.
La decisione di dividerla in due momenti non è casuale, ma è data dalla proposta della Cantina, subito accolta dal
Dirigente Scolastico Prof. Salvino Amico e dalla Responsabile di plesso, Prof.ssa Doriana Lombardo di far
realizzare le etichette di questo olio ai ragazzi del plesso di Gibellina dell’Istituto Comprensivo “Garibaldi –
Giovanni Paolo II” di Salemi che hanno già elaborato numerose e creative proposte.

“Avevamo già avviato durante la campagna olearia 2019 un progetto con la Scuola, portando i ragazzi a vedere e
divenire protagonisti per un giorno della raccolta e della molitura con i nostri agronomi” dichiara il Presidente di
Cantine Ermes, Rosario Di Maria “perché è importante che i giovani e giovanissimi percepiscano l’Orto Botanico –
Giardino del Mediterraneo come un bene comune, da vivere in condivisione e rispettare. Quest’anno per ovvie
ragioni si sono evitate le attività in presenza, ma tenevamo molto a non far perdere quanto iniziato, quindi
abbiamo ideato una modalità differente, proponendo ai ragazzi di disegnare delle etichette per questo olio
extravergine d’oliva: così si unisce la tradizione agricola di Gibellina e lo stretto rapporto con l’Arte che la città ha.
Per ciò che concerne la donazione dell’olio alle sedi Caritas, alla Parrocchia ed alla Casa Circondariale, ci è
sembrato corretto utilizzare questo bene di prima necessità per dare una mano a chi ne ha più bisogno,
soprattutto in un momento storico complesso come questo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *